Info

DISPOSITIVI ANTIABBANDONO QUALE SCEGLIERE ?

                       CEO & FOUNDER

        NEXT ENGINEERING SOLUTIONS                  

Buongiorno mi presento il mio nome è Lorenzo Giraldi, sono un tecnico elettronico con un esperienza di 25 anni nel campo dell’automazione e dell’ informatica.


Nel 2013 assieme al sig. Stefano De Stefano abbiamo depositato e ottenuto il brevetto per un dispositivo antiabbandono che abbiamo chiamato "LOSTBOX" che soddisfa tutti i requisiti previsti dalla modifica del codice della strada art. 172 del 2019.


Sorprendente vero? ….. ben 6 anni prima del varo della legge.


Negli anni attraverso i media abbiamo descritto e dimostrato il funzionamento del nostro dispositivo anche in trasmissioni televisive a livello nazionale, qui sotto un esempio:


https://www.youtube.com/watch?v=X5sGCfKaI3s


Il nostro dispositivo non è niente più di un antifurto con combinatore telefonico che si attiva automaticamente quando il conducente spegne la macchina e scende dalla stessa, utilizza i sensori peso e pressione posti nei sedili dei veicoli ( quelli per capirci che vi dicono di allacciare la cintura) e nel caso riveli una presenza fa scattare due sequenze di allarmi.

Quello che ha di speciale questo dispositivo è che nella seconda sequenza attiva il clacson, gli indicatori di direzione e apre parzialmente i finestrini posteriori garantendo un piccolo ma significativo ricambio d’aria.




Se a questo punto siete andati a vedere il link del video ne avrete capito completamente il funzionamento e mi avrete conosciuto un po’ meglio.


Ma ora veniamo a noi al motivo di questo blog nato per il fatto che tantissime persone che mi conoscono hanno posto la seguente domanda “ quale dispositivo devo acquistare?”


Bene, partiamo da qui dicendo che tutti voi non acquisterete il dispositivo perché volete salvare il vostro bambino, nessuno di voi può considerare l’idea di dimenticare il proprio figlio in macchina, vero?


Ebbene sì, voi comprate il dispositivo antiabbandono per non incorrere nelle sanzioni previste dal codice della strada  art. 172 che entreranno in vigore dal 6  Marzo 2020.


Allora la mia risposta è molto semplice, acquistate il sistema che costa meno, ma che è certificato dal costruttore.


Cosa significa certificato?


I vari costruttori dei dispositivi  Chicco Bebe Care - Remmy - Tippy Pad - Baby bell - ecc… devono firmare una certificazione che il sistema rispetta i requisiti previsti  dal decreto legge, aprite il link sotto e andate alla sezione allegato A


https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2019/10/23/19G00130/sg


Ora vorrei fare con voi una considerazione sul punto D  dell’allegato A.

  1. d) nel caso in cui il dispositivo rilevi la necessità di dare un segnale di allarme, quest'ultimo deve essere in grado di  attirare l'attenzione  del  conducente  tempestivamente  attraverso   appositi segnali visivi e acustici o visivi e aptici, percepibili  all'interno o all'esterno del veicolo;


Cosa significa la parola aptici ?


http://www.treccani.it/vocabolario/aptico/


àptico s. m. [lat. scient. aptychus, comp. di a- priv. e del gr. πτυχή «piega»] (pl. -ci). – In paleontologia, pezzo corneo o calcareo (corrispondente all’opercolo dei gasteropodi), che si trova talvolta nelle conchiglie fossili delle ammoniti e più spesso isolato nei sedimenti.


In uno Stato che da il posto a parole come “petaloso” non c’è da stupirsi che le parole siano inventate anche nei decreti legge …..

è stata usata per un significato diverso da quello che ha e solo allo scopo di favorire l’uso di questi sistemi in abbinamento con i vostri smartphone…. In parole povere aptico sta per vibrazione….


Il perché di questa scelta è chiaro, un sistema che rispetti la norma dovrebbe attivare il clacson e le frecce della macchina , vedo difficile un seggiolino con un enorme megafono e lampeggiante legato sopra.


In questo modo, per favorire alcuni costruttori, è stata utilizzata questa parola in modo tale che l’unica segnalazione di allarme sia trasmessa al vostro Smartphone, che lampeggiando e vibrando vi avviserà dell’eventuale situazione di pericolo.


Voi affidereste la sicurezza dei vostri figli ad uno smartphone e alla sua connessione?


Io da tecnico non lo farei, voi penserete che non potrà mai accadere, a me non può succedere, ecc…


Facciamo un’ ipotesi come facemmo noi quando realizzammo il nostro dispositivo pensate per esempio al nonno che porta i bimbi, accosta la macchina,  scende a prendere il giornale lasciando la macchina sotto il sole,  è questione di un minuto, il nonno ha un malore, sviene viene soccorso e portato d’urgenza in ospedale…..


Chi sa che nella macchina sotto il sole ci sono i bambini ?


La risposta a voi.


In un’era digitale dove siamo interconnessi abbiamo dispositivi che ci permettono di fare cose eccezionali, sembra assurdo che queste tecnologie non vengano utilizzate per salvare vite.


La legge è stata scritta solo per ricevere consensi ma non per lo scopo per cui era stata richiesta, purtroppo in questo paese le cose vanno così.

Abbiamo proposto a diverse case automobilistiche di dotare i loro veicoli del nostro dispositivo che vi ricordo poco più di un antifurto, ma ci siamo sentiti rispondere che non è un optional interessante….


Quindi concludo ribadendo di acquistare quello meno costoso, che sia dotato di certificazione che ne attesti i requisiti previsti dall’ allegato B della legge.

Nessuno di questi è omologato, se mai foste fermati da un agente potrete dimostrare di essere nel giusto, mal che vada se foste multati potrete successivamente fare causa alla società che ve l’ha venduto.


Requisiti di certificazione secondo :

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2019/10/23/19G00130/sg

 

Allegato B (articolo 5, comma 4)     Modello dichiarazione di conformità  ai  sensi  del  Regolamento  di attuazione dell'articolo 172 del Nuovo codice della strada in materia di dispositivi antiabbandono di bambini di età inferiore  a  quattro anni.

Phone: +39 0402650855

Fax : +39 0402650855

Mobile : +39 3471142861

Via Pauliana, 2  CAP 34132 Trieste ITALY

Email : info@nextes.it

Pec : nextes@pec.it

Copyright Statement